Aperti tutti i giorni anche la sera, la cornice di questa edizione dedicata al food, sarà sempre Palazzo Re Enzo.

 

Per l’11° edizione di Regali a Palazzo è stata riconfermata la bellissima location di Palazzo Re Enzo. Accanto alle imprese della moda, oreficeria, benessere ed artigianato artistico, in una Bologna sempre più “City of Food”, ampio spazio troveranno le imprese dell’enogastronomia. Il filo conduttore della manifestazione sarà quindi il cibo declinato nelle sue varie forme, non mancheranno infatti le degustazioni dei prodotti tipici accanto alla presenza di più cucine da quelle della tradizione bolognese e toscana, a quella vegetariana e biologica.

Il settore enogastronomico sarà quindi il filone conduttore della manifestazione. Il Salone del Podestà ospiterà le imprese rappresentative di tutta la filiera (dai produttori ai ristoratori), dove sarà possibile degustare e acquistare prodotti tipici, infatti uno spazio sarà quindi adibito al ristoro e alla consumazione dei prodotti sia a pranzo che a cena.
Sempre nel salone del Podestà saranno realizzati eventi musicali, corsi e laboratori teatralizzati, show cooking e momenti in cui cibo e sapori tipici si incontrano con l’intrattenimento e il divertimento con l’obbiettivo di promuovere la cultura alimentare anche attraverso lo spettacolo.

regalipalazzo1

In Sala Atti sarà realizzato un open space letterario dedicato ai giovani: degustazioni di prodotti tipici accompagnate da birre artigianali, vino e cocktail, presentazioni di libri alla presenza degli autori, momenti musicali e dj set.

In Sala Re Enzo sarà allestita una sala dedicata alle donne: moda, oreficeria, benessere e un’offerta alimentare legata al bio-vegan Gli espositori presenteranno il meglio dei loro prodotti con esibizioni e sfilate.

Inoltre nel cortile ampio spazio sarà predisposto per i prodotti dell’agricoltura a KM 0 con il coinvolgimento dell’Alleanza per l’Agricoltura.

Anche i più piccoli potranno trovare un loro spazio nella manifestazione: nella Loggia saranno messe in scena alcune favole legate al cibo, spettacoli dei burattini, e possibilità di acquistare dolciumi e caramelle.